Biography.

Giuseppina Longo _ Artista fondatrice di Glab

Giuseppina Longo, ( born in Taranto, 1981) is an  artist and teacher of Painting in high schools. She has  acquired her educational background  in  Visual Arts at the Academy of Fine Arts in Lecce, qualified as teacher of Painting and Scenography at the Academy of Fine Arts in Bari, first,  and at the University Cà Foscari in Venice, later.

Her artworks have been hosted in  prestigious institutions ,both private and public, and in  international and national exhibitions.

Giuseppina Longo has qualified as teacher of Art History and Painting at the Fine Art Academy in Bari and started the Giu.ngo-LAB project together with the artists Angelo Fabio Bianco and Maria Paola Minerba.

The name of the project is  a charade grown out of the artist’s  family name into the word "giungo“ (achieve) which highlits the mission of the group:  work together and share the same goal.

In 2012 , Giù.ngo-LAB  exhibited in diverse spaces such as Sala Dogana at Palazzo Ducale in Genoa,  Camec, (Contemporary Art Centre) in La Spezia, Castel dell'Ovo in  Naples, QC Thermal Baths in Milan and Turin and at Innerspace and Fusion Art galleries in Turin.

Giu.ngo-LAB  is the artist Giuseppina Longo herself  who has worked on different projects and in workshops collaborating with institutions and artists producing  artistic projects focused on the collective awareness of environmental issues.

Currently, Giuseppina Longo is a tenured teacher of Painting, Drawing and Art History at  the “De Ruggieri” Art School, in Massafra, and takes actively part in the ReNaLiart ( National Network of Art Schools of Visual Arts ).

She has voluntarily been assistant to

Ms Angelastri,

teacher of “Modern and Contemporary Art History”,  at the Fine Arts Academy in Bari, for four years. Further, Giuseppina Longo has been teaching “Strategies and Competence-Based Didactic Approach in New Learning Contexts” and “ Didactic Methodologies for the Innovation of  Arts-based Teaching” in high schools across Apulia ,for three years.

.

 

Giuseppina Longo (Taranto 1981), artista e docente di Discipline pittoriche e scenografiche si forma in Arti visive, indirizzo Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce.

Si abilita all’insegnamento delle Discipline Pittoriche, Grafiche e Scenografiche, presso l'Accademia di Belle Arti di Bari e si specializza a Venezia presso l'Università Ca' Foscari. Espone in prestigiose istituzioni pubbliche e private partecipando a diverse rassegne nazionali ed internazionali.  

Si abilita all’insegnamento del Disegno e della Storia dell'Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Bari e fonda con Angelo Fabio Bianco e Maria Paola Minerba, il progetto Giu.ngo-LAB, una sciarada nata dal nome e dal cognome di Giuseppina Longo dalla quale nasce la parola "giungo" che è la mission del gruppo, lavorare a più mani per giungere allo stesso obiettivo.  Nel 2012 il progetto Giu.ngo-LAB comincia la sua attività esponendo in diversi contenitori come Sala Dogana a Palazzo Ducale di Genova, Camec, Centro di Arte contemporanea di La Spezia, Castel dell'Ovo di Napoli,  QC Termemilano, Palazzo Officina eventi ex fond. Fizzacarraldo di Milano  e Palazzo QCTorino e per le gallerie Innerspace, Fusion Art di Torino e Spazio 52 di Altamura (BA). 

Giu.ngo-LAB è anche pseudonimo dell'artista Giuseppina Longo in diversi progetti, collaborazioni e workshop con le Istituzioni e con altri artisti, operazioni artistiche nelle quali mettere sempre a tema la coscienza collettiva per l'ambiente. 

Attualmente Giuseppina Longo è anche docente di ruolo di Discipline Pittoriche  e di Disegno e Storia dell'Arte presso il Liceo Artistico I.I.S.S De Ruggieri di Massafra e collabora attivamente con la ReNaLiart, Rete Nazionale dei Licei Artistici per l'indirizzo Arti Visive. Da quattro anni è cultrice della materia presso la Cattedra di Storia dell’Arte Contemporanea e Moderna di Maria Angelastri per l’Accademia di Belle Arti di Bari ed è  docente formatore esperto per i docenti in "Strategie e nuovi ambienti per la didattica delle competenze" e in "Metodologie didattiche per l'aggiornamento dell'insegnamento alle materie artistiche".

 

ANGELO FABIO BIANCO _ consulente scientifico di Glab

Angelo Fabio Bianco, was born in Taranto in 1976.
After taking the Artistic High School Diploma in 1999, he pledges himself to art, above all to street art, for which he achieves widespread success in a lot of artistic competitions.
He was firmly convinced to cultivate his passion for sea and in 2007 he graduated in Science applied to mariculture, aquaculture and hygiene of fish products by attending a degree course in Veterinary Medicine at the University of Bari, Aldo Moro. Later he qualified as Agrotechnic and now in this field he offers consulting services in aquaculture and ichthyopathology industries. He collaborated with the University of Bari to draft scientific maps for “Pinna Nobilis” and “L’Isola dei Delfini” research projects.
In 2008 he won a scholarship for the Master in Total Tourism Management, that was funded by Puglia Region and promoted by Bollenti Spiriti.
In 2010 he founded a sport fishing association and in partnership with the “Centro Ittico Tarantino” and the training school “Programma e Sviluppo”, he organized training courses about sea safeguard and sea eco-sustainability. His sensitivity to environment and his passion for art, find their nexus in the birth of GIU.NGO-Lab contemporary art project, in which he is involved since 2012 in collaboration with the artist Giuseppina Longo, together with an enjoying profitable research activity between art and science was born.
At present he lives and works in Taranto, where he is an official scientific consultant and associated artist of Giu.ngo-Lab project.

 

Angelo Fabio Bianco (Taranto 1976) Artista e Dottore Zootecnico delle specie acquatiche, dopo la maturità artistica, si dedica a numerose esperienze nel campo dell’arte, concentrando i suoi interessi sulla street art e riscuotendo molteplici consensi.
Deciso a coltivare la sua passione per il mare, nel 2007 si laurea in Scienze della maricoltura e dell’acquacoltura per l’igiene dei prodotti ittici, presso la Facoltà di Medicina veterinaria dell’Università di Bari. Abilitatosi successivamente come agrotecnico, svolge numerosi lavori di consulenza nel campo dell’acquacoltura e delle ittiopatologie.
Collabora con l’Università barese per la stesura di mappature scientifiche per i progetti “Pinna nobilis” e “L’isola dei delfini”.
Nel 2008 vince la borsa di studio per il Master in Total Tourism Management, indetto dalla Regione e promosso da Bollenti spiriti.
Nel 2010 fonda un’associazione di pesca sportiva, inserita in un protocollo d’intesa, che annovera tra i suoi partner il Centro ittico tarantino e la scuola di formazione “Programma e sviluppo”, per l’istituzione di corsi riguardanti la tutela del sistema mare.
La sua passione artistica e il costante interesse scientifico per l’ambiente convergono nella partecipazione al progetto d’arte contemporanea GIU.NGO-LAB, sorto nel 2012, da un’idea di Giuseppina Longo, proprio con l’intento di coniugare arte ed ecosostenibilità.
Attualmente, Angelo Fabio Bianco continua la collaborazione col gruppo GIU.NGO-LAB, per cui opera sia come consulente scientifico che come artista.

 

MARIA PAOLA MINERBA_ DESIGNER E  GRAFICA Di Glab

Maria Paola Minerba was born in Galatina (Le) in 1986. After taking the Scientific High School Diploma, she earned a bachelor’s degree in Industrial and Environmental Design at the University of Camerino. She finished her studies at Superior Institute for Artistic Industry of Firenze, where, in 2013, she was awarded a master’s degree with honours in Product Design.

Subsequently at I.S.I.A. of Firenze she was tutoring for the collaboration among Massimo Logli Company, the Strategic Design course and the designer and professor Mirko Tattarini. During her education period she was positioning herself in various contexts, as in 2012 for the “Wall Map” project (conceived with Sara Patetta and Marina Bassani) for which she was selected as one of 10 finalists at the contest Creactivity Award for the innovation, the application of technology and know-how to Design, at Piaggio Pondera Museum. In the same year she joined the artistic project GIU.NGO-Lab and became its graphic designer. In 2013, together with some of her university colleagues, managed the stand n-1 installation in surroundings of Tortona, on the occasion of Furniture Exhibition of Milan, where she also exhibited one of her work “Setaccio” conceived with her colleagues Veronica Ciccone and Martina Toccafondi. “Setaccio” has been selected for EXPO Milano 2015. During the same year created a customizing bags brand and store: “laNODO” in collaboration with the costume designer of Taranto, Angela Longo. By means of their creativity, the brand is become the symbol of a city that renovates itself looking at the future. laNODO represents Taranto that springs up again from the “black smoke” and changes back, by their collection of bags and accessories, once more the “City of the two seas” (http://lanododesign.com/).

Maria Paola Minerba (Galatina -LE 1986) consegue la maturità scientifica e comincia il suo percorso universitario all'  UNICAM di Camerino con sede ad Ascoli Piceno, Si trasferisce a Firenze, città nella quale conclude il suo ciclo di studi nel 2013, presso l’I.S.I.A.  e si specializza in Design del Prodotto. 

Svolge successivamente la mansione di tutor presso l’I.S.I.A di Firenze, per la collaborazione tra l’Azienda Massimo Logli e il corso di Design Strategico dell’Architetto Designer e Professore Mirko Tattarini.
Nei suoi anni di formazione si propone in diversi contesti, come avviene nel 2012 in occasione del progetto “Wall Map” (ideato da Maria Paola Minerba, Sara Patetta e Marina Bassani) viene selezionata tra i 10 esclusivi finalisti del contest Creactivity Aword, per l’innovazione, il trasferimento di tecnologie e di conoscenze nel Design, presso il Museo Piaggio Pontedera.

Nello stesso anno aderisce al progetto artistico GIU.NGO-Lab e diventa grafica e designer del gruppo.
Nel 2013 insieme ad un gruppo di suoi colleghi universitari, conduce l’istallazione dello stand n-1, in Zona Tortona in occasione del Salone del Mobile di Milano, dove espone anche uno dei suoi progetti “Setaccio” , ideato con  le  colleghe Veronica Ciccone e Martina Toccafondi.

Nello stesso anno crea il marchio di borse e sacche ecologiche e personalizzabili LaNodo assieme alla styles designer tarantina Angela Longo.

Attraverso la loro creatività nasce un marchio simbolo di una città che si rinnova in progressione verso il futuro,

LaNodo rappresenta Taranto città delle sue creatrici che rinasce dal “fumo nero”, per ritrovare attraverso la loro linea di accessori e borse la

“Città dei due mari”. (http://lanododesign.com/).

Contact.

  • Black Facebook Icon
  • instagram
  • Black Pinterest Icon
  • Nero Google+ Icon

Questa licenza Creative Commons permette di scaricare e condividere le immagini dei lavori originali presenti in questo sito a condizione che tali file non vengano modificati,né utilizzati a scopi commerciali.

La  paternità delle opere presenti è degli autori

Tutti i diritti sono riservati a GIU.NGO-LAB.2012

11112221_1610488052502941_10336411076127